Counseling

La condizione di disabilità, sia essa fisica e/o psichica, può generare forti livelli di conflittualità e sofferenza, scatenando reazioni emotive molto negative, come abbattimento, depressione, non accettazione, sia nel paziente che nel suo contesto familiare. Inoltre, la gestione di una persona affetta da una patologia invalidante può rivelarsi molto problematica, non solo per la perdita di autonomia cui il paziente va incontro, ma anche per via dei disturbi comportamentali che possono insorgere.
L’Ambulatorio di Neuropsichiatria offre un Servizio di Counseling, in regime di intramoenia, ai pazienti ed ai loro familiari, i quali avranno così l’opportunità di rivolgersi a psicologi specializzati per ricevere informazioni, suggerimenti, indicazioni e sostegno psicologico, sia in forma individuale che all’interno di gruppi, così da affrontare con maggiore consapevolezza e serenità il percorso diagnostico e riabilitativo. Il Servizio di Counseling e sostegno è diretto principalmente a soggetti con malattia di Parkinson, malattia di Alzheimer, disturbi psichiatrici o colpiti da malattie cerebrovascolari e ai loro familiari. Tale percorso permette non solo di comprendere meglio il decorso patologico, ma anche di sviluppare in modo ottimale le risorse personali, al fine di migliorare la qualità di vita e l’adattamento psicosociale. Il paziente e la sua famiglia saranno così accompagnati e facilitati nel processo di reinserimento in una realtà di vita quotidiana che deve essere affrontata con modalità ed obiettivi differenti rispetto alla condizione premorbosa.

Counseling sulla Consapevolezza di Malattia
La consapevolezza di malattia (insight) è una funzione neuropsicologica complessa per cui l’individuo è in grado di identificare dei sintomi come patologici, di valutarne la gravità e l’origine, di riconoscere la necessità di seguire un trattamento farmacologico o riabilitativo, nonché di rendersi conto di come la patologia influenzi le relazioni con l’ambiente ed il funzionamento nella vita quotidiana. In molte patologie tale funzione risulta compromessa, anche a causa di una sovrapposizione tra deficit neuropsicologici e processi difensivi di non accettazione (negazione) della malattia. Ciò può portare l’individuo a rifiutare le cure necessarie, compromettendo anche significativamente l’aderenza al trattamento ed il decorso della malattia.
Presso il nostro Ambulatorio di Neuropsichiatria è possibile sottoporsi, in regime di intramoenia, ad un’accurata valutazione multidimensionale della Consapevolezza di Malattia, con strumenti ideati specificatamente per stimare eventuali deficit di tale funzione cognitiva, in particolare in pazienti con malattia di Alzheimer, malattia di Parkinson, disturbi psichiatrici o colpiti da malattie cerebrovascolari. Tale valutazione a sua volta è finalizzata a sviluppare ed implementare interventi riabilitativi di self-monitoring specifici per le esigenze di ciascun paziente e volti a favorire un’adeguata aderenza al trattamento e migliorare la qualità di vita del paziente e dei suoi familiari.

Staff
Responsabili: dr. Gianfranco Spalletta;
dott.ssa Maria Donata Orfei